Calvi Roberto

Roberto Calvi dopo il ritrovamento sotto il ponte dei Frati Neri a Londra

 

 

Iscritto alla P2 da semplice impiegato di banca fa una rapida carriera e diviene, sotto l'ala di Sindona e della loggia di Gelli, uno dei più importanti finanzieri italiani a capo di un enorme impero bancario. Il suo impero però è abbastanza instabile e ben presto arriverà al crack. Nel frattempo i suoi rapporti con Sindona si guastano. Quando verrà arrestato dichiarerà che lui è solo una piccola ruota di un ingranaggio ben più grande, ma ritirerà immediatamente questa dichiarazione. Verrà poi liberato. Finirà impiccato sotto il ponte dei Frati Neri a Londra il 18 Giugno 1982. Qualcuno tenterà di accreditare la tesi del suicidio che risulterà però poco credibile.